Quando andare alle Seychelles?

Le Seychelles sono un vero paradiso terrestre. Qui le palme della Vallèe de Mai a Praslin e le tartarughe dell’isola di Curieuse stanziano da anni in Spiagge da sogno. Sono presenti favolosi e ineguagliabili parchi sparsi nella nazione. La capitale delle Seychelles è Victoria ed è la più piccola della isole. L’aria che si respira esplorando le Seychelles è ritmata dai tempi rilassati del suo bellissimo popolo. E’ tutta un’altra cosa rispetto a quella dipinta dai cataloghi dei tour operator e dei lussuosi alberghi alle Seychelles. Queste isolette in realtà propongono un approccio diretto con il loro popolo e la fauna locale. In fine non dà l’impressione neppure di trovarsi in un posto di villeggiatura, ma in un vero e proprio paradiso terrestre. Un’aria strana e rilassante è quello che si sente vivendo a stretto contatto con questo luogo bellissimo. La Digue ne è la prova vivente. In questa piccola isola che sembra disegnata per i turisti propone angoli paradisiaci ed incantevoli. Ma ciò che colpisce di più delle Seychelles non sono le sue rive più celebri. Ma l’opportunità di provare la percezione di soggiornare qualche giorno in un luogo del tutto differente dalle nostre tradizioni è sicuramente quello che colpisce di più. Addio automobili e tecnologie, qui si va a giro solo in bici ed i suoi abitanti sovrastano di gran lunga la quantità di visitatori.

Periodo migliore per le Seychelles

seychelles-beach-huts-wallpaper-2Le Seychelles per gli amanti del mare e della natura, sono un autentico paradiso tropicale. Anse Georgette, Ance Source d’Argent e Anse Lazio fanno a gara per essere proclamate tra le spiagge più belle del mondo. Tre isolette, Mahè, Praslin e La Digue alle Seychelles si dividono le spiagge bianchissime e sempre isolate. Un patrimonio naturale esclusivo e prezioso ricco di palme e natura che colora l’isoletta di mille tonalità. Fiori che formano una spirale di colori unica ed impareggiabile, tartarughe anziane, palme altissime e grandi con noci di cocco enormi e foreste vergini si estendono su tutte le isolette. I luoghi più belli delle Seychelles fanno a gara per accaparrarsi i luoghi più caratteristici del mondo come le centinaia di baie e spiagge che tolgono il fiato lungo la costa.

Il clima alle Seychelles è costante

Altra caratteristica invidiabile  è il clima delle Seychelles che è sempre mite senza picchi di temperatura tra notte e il giorno. Tra i 24 e i 32 gradi, è la temperatura costante che si registra costantemente alle Seychelles. Al di fuori della fascia ciclonica si trovano delle isole coralline che all’inverso delle altre hanno una temperatura più variabile. Gli amanti del sole e delle rive sono quindi invitati da questo clima costante alle Seychelles per esplorare le isolette che sono una destinazione unica ed inimitabile nel genere. Tra ottobre e marzo gli alisei soffiano ad una velocità di 8/10 nodi lasciandosi dietro un mare calmo e un clima umido. Fiumi e ruscelli si riempiono ancora durante la stagione delle piogge tra dicembre e febbraio, dando vita alla natura sull’isola. La flora risorge con colori brillanti e forti che la vegetazione assume durante le piogge. Mentre le giornate più asciutte sono maggio e settembre dove le temperature sono leggermente più basse. Con venti più forti e impetuosi questo periodo rende il mare più agitato in particolar modo per quello che riguarda le isolette del sud-est dell’arcipelago diventando una meta turistica perfetta per gli amanti del surf.

Commenti

Anticontraffazione: sostienila grazie alla nuova tecnologia

Nel 2013 è stato presentato una proposta di legge che certifica la veridicità dei prodotti made in Italy. Questa legge sostiene le piccole e medie imprese prevedendo dei contributi alle imprese, come l’introduzione di sistemi che utilizzano codici non replicabili, basati su QR-code; i consumatori invece potranno verificare l’autenticità dei prodotti attraverso tablet o smartphone. Per combattere l’anticontraffazione sono previste delle sanzioni alle aziende che vendono prodotti contraffatti.

Per combattere questo fenomeno sono state inventate le etichette anticontraffazione che sono molto importanti oggi nel mondo di internet e rappresentano la qualità del prodotto, proteggendo il fabbricante.

Le nuove tecnologie aiutano i produttori a combattere in un mercato pieno di contraffattori. Un esempio di queste è l’RFID, che prevede antenna e microchip, attraverso un TAG è possibile memorizzare e aggiornare nel tempo informazioni necessarie per assicurare il controllo della qualità del prodotto e tracciare i movimenti del prodotto al punto vendita.

Testata_settori-merceologici_etichette-sicurezza (1)

ETICHETTE: METODO SICURO PER GARANTIRE L’ANTICONTRAFFAZIONE

Per combattere questo fenomeno sono stati creati vari tipi di etichette anticontraffazione.

Quelle più utilizzate hanno la caratteristica di spezzarsi nel caso in cui si tenti di rimuoverle, rendendo impossibile l’impiego o il posizionamento su una nuova bottiglia. Questo accade grazie all’utilizzo di un materiale molto delicato e un alta aderenza sulla bottiglia.

Talvolta per evitare la contraffazione si usano anche materiali olografici, si tratta cioè di un dispositivo ottico che è capace di cambiare l’immagine al cambiare dell’illuminazione e non è riproducibile.

Esistono molti altri tipi di etichette anticontraffazione, di seguito ne riportiamo alcuni.

Una molto utilizzata è quella creata in materiale VOID, cioè caratterizzata da due strati, se tenti di rimuoverla si staccherà solamente lo strato superiore lasciando attaccata solamente la parte sottostante.

Esiste anche l’etichetta con Q.R.code variabile, ciò fa sì che il prodotto possa essere geolocalizzato nel momento della sua produzione e assicura l’anticontraffazione, oppure con il barcode, ossia una numerazione leggibile con uno scanner, resistente a molti fattori.

È stata inventata anche un’etichetta fatta con un inchiostro speciale, termocromico, reversibile o non, visibile a luci infrarosse.

etichetta

Commenti

Scopri come etichettare bottiglie correttamente

L’etichettatura è un passaggio importante per identificare il prodotto, per questo richiede molta attenzione ed è importante scegliere i migliori articoli per eseguire questo processo.
I prodotti Italnastri sono le soluzioni migliori per etichettare bottiglie in tutta sicurezza senza incorrere in contraffazioni.
Italnastri offre una vasta gamma di prodotti per creare etichette, mettendo in vendita per voi etichette di carta, film e adesivi.
Se vuoi etichettare bottiglie ti consigliamo le carte di Italnastri, che possono essere patinate, naturali, metallizzate, anti-oli, coprenti, speciali che sono di pregio ognuna con un proprio uso.

etichette

INDICAZIONI INDISPENSABILI SU COME ETICHETTARE BOTTIGLIE

Per etichettare bottiglie servono nozioni che non sono conosciute a tutti.
L’etichetta della bottiglia deve contenere il nome del vino, seguito dalla descrizione della categoria che può essere DOP (Denominazione di Origine Protetta) o IGP (Indicazione Geografica Protetta), la gradazione alcolica espressa in percentuale che indica la percentuale di alcool nel volume e il quantitativo che contiene la bottiglia.
Sull’etichetta si possono indicare le qualità del vino, l’abbinamento perfetto, la temperatura o la modalità di servizio.
Ogni etichetta inoltre deve contenere la natura merceologica del prodotto, il colore di base del vino, il nome dell’imbottigliatore e la sua sede, mentre il marchio è facoltativo.

ETICHETTARE BOTTIGLIE: FAI DA TE O RIVOLGERSI A PROFESSIONISTI?

Per etichettare bottiglie è necessario rivolgersi a professionisti per decidere il materiale, la forma e i colori da utilizzare in base alle previsioni per l’intera campagna promozionale. Servono quindi conoscenze del marketing.
Molte persone scelgono di imbottigliare i propri prodotti da soli, questo perché ti permette sia di avere un grande risparmio sia di personalizzare la bottiglia come preferisci. Per creare le etichette “fai da te” puoi utilizzare word che ha funzioni che permettono di realizzarle tutte uguali andando nella scheda LETTERE sul pulsante ETICHETTE oppure a mano decorandole nel modo che vi piace di più.

Commenti

Biosimilar Toxicology: in campo medico

Un test su cavie è generalmente denominato con la parola sperimentazione animale.  Lo scopo è quello di studiare i danni che certe sostanze generano nell’uomo.  La biosimilar toxicology è il punto cardine necessario per fare questi test.  In ambito fisiopatologico e biologico questa pratica è notevolmente usata. I test sono di tanti tipi.  I test più diffusi si basano nell’indurre su di una cavia determinate patologie e studiare i risultati a farmaci e ad altre pratiche terapeutiche.  Certe volte sono introdotti dei virus per analizzare il dato.  Un organismo fondamentale in questo settore è il FDA toxicology che si pone come un controllore inserendo delle regole da seguire per tutti i laboratori.  Gli esperimenti da laboratorio e quindi l’uso degli animali sono da alcuni anni un occasione di discussione.

EMEA Toxicology e le sue normative da rispettare

Dato di fatto che non si possa non tenere di conto infatti il ruolo che questi test hanno svolto nel miglioramento della ricerca scientifica, il problema etico è molto forte.  Per alcuni infatti il progresso in campo scientifico non deve essere obbligatoriamente centrato su queste pratiche, che vengono considerate per certi come una violazione non obbligatoria e conveniente sugli animali.  La sperimentazione sulle cavie è stata da sempre adoperata dalla ricerca biomedica per la sperimentazione di nuove tecniche mediche.  Per capire in maniera migliore i funzionamenti di attacco sul corpo umano e testare nuovi medicinali osservandone l’evoluzione sulle cavie animali è uno dei motivi per continuare questa ricerca.  Molti all’interno della comunità scientifica hanno cominciato ad avere dei dubbi sulla effettiva efficacia di ogni test e sulla loro conformità di sfruttamento degli esseri viventi, malgrado i molti avanzamenti della medicina in campo medico.  Molti altri scienziati di spessore in campo internazionale si scontrano per un maggior rispetto degli animali, credendo che tuttavia la sperimentazione in molti casi sia indispensabile se si rimane dentro i parametri obbligati dalla EMEA Toxicology.

Sviluppo in campo medico anche grazie alla Rat Toxicology?

Dentro alla Comunità Scientifica chi sostiene l’utilizzo della sperimentazione sugli animali, come la Rat Toxicology, sostiene che senza quest’ultima oggi non saremmo in grado di combattere molte infezioni e non esisterebbero molti delle cure attualmente in commercio.  Tutti i premi nobel per la medicina viventi, infatti, hanno ammesso che la ricerca in campo medico ha tratto innumerevoli vantaggi dall’utilizzo di animali in laboratorio.  La tecnologia del gene targeting, ad esempio, è usata ad oggi dai ricercatori di tutto il mondo per “ottenere” ratti con mutazioni inserite nei loro geni, Rat toxicology.  Il ricercatore può scegliere sia quale gene cambiare sia come mutarlo.  Questa sperimentazione sta assumendo importanza anche sugli studi sul cancro, su tantissime malattie e in ambito della medicina clinica.

Commenti

Gli integratori, un ottima soluzione per la forma fisica ideale.

I vostri sforzi per avere un ottimo fisico non hanno effetto? Non riuscite a trovare la giusta dieta per lo sport che state praticando in questo momento? Allora gli integratori naturali di Gensan sono la giusta soluzione. Una compressione di proteine adatte a tutti i tipi di sport presenti al mondo, dal ciclismo al nuoto, dal body bulding fino al calcio. Ogni prodotto, insieme ad una dieta adatta, è l’alimentazione migliore per aumentare le vostre prestazioni agonistiche.

INTEGRATORI DI OGNI TIPO

2Esistano diversi tipi di integratori, ognuno specificato per la propria funzione. Ci sono quelli a base di proteine, che aumentano la massa muscolare per gli sport ad alta intensità,   ci sono quelli a base di aminoacidi ramificati BCAA, che aiutano nell’attività fisica estrema prolungata, oppure gli integratori naturali, che aiutano a far perdere peso e a mantenere la linea. Ne esistono molti altri oltre quelli che ho elencato, e sono suddivisi in più categorie in base alla vostra necessità.

 

GLI SPORT NECESSITANO DEGLI INTEGRATORI

Il sito Gensan è diviso anche in sezioni sportive, grazie agli esperti che hanno suddiviso i vari prodotti in base allo sport che più si adattavano. Per esempio, per il calcio potrebbe servirvi un VEG EGG oppure un CLA, Mentre per il Body Building potrebbe servirvi un Barbel bar 50 o un Ipotonic Adoc Plus.

 

GLI INTEGRATORI SONO AMICI DEL CONSUMATORE4

I vari prodotti non sono divisi solo per quello che offrono o per il tipo di sport in cui possono essere utilizzati, ma anche in base al gusto del cliente. Siete vegetariani ma volete comunque usufruire dei nostri servizi? Nell’apposita sezione abbiamo sono disponibili i prodotti adatti a voi. Siete vegani e quindi volete prodotti senza ingredienti animali o loro derivati? Anche qui Gensan potrà soddisfarvi. Non potete mangiare il lattosio ma avete comunque bisogno degli integratori? Allora Gensan è il sito giusto perché potranno soddisfarvi nella sezione “Lattosio free”. Come avrete capito, ogni cliente potrà non solo scegliere gli articoli in base all’attività fisica che fa, ma anche in base alle proprie abitudini alimentari.

GLI INTEGRATORI HANNO A CUORE IL TUO OBBIETTIVO

Altra suddivisione davvero utile per i nostri utenti sono gli integratori divisi in base al vostro obbiettivo. Infatti, potrete scegliere il vostro prodotto in base a cosa avete intenzione di fare: intendente estendere la massa muscolare, la resistenza e la forza? Alla prendete gli articoli “muscle” bio-efficaci. Volete maggiore energia, più resistenza fisica e un rapido recupero muscolare? Allora prendete i prodotti Energy, che aumenteranno di parecchio le vostre prestazioni atletiche.

NON SOLO INTEGRATORI

6Gli integratori non sono l’unico prodotto che Gensan produce, ma ci sono anche utili accessori da portare con voi durante le sessioni di allenamento. Dall’asciugamano allo shaker, dal termos fino al polsino. Se cercate un prodotto per i vostri esercizi, potete sempre rivolgervi a questo ottimo distributore.

 

IN CONCLUSIONE

Come avrete notato, gli integratori Gensan sono i migliori, e i più adatti, trovabili in tutto il mercato italiano. Non ho mai visto un rivenditore migliore o più efficiente di questo, e sicuramente non rimarrete delusi dei magnifici prodotti acquistabili.

 

Comments off

Cartomanzia a basso costo, pagare con carta di credito conviene!

La soluzione ai tuoi problemi, in campo amoroso o lavorativo e, in generale, nelle relazioni sociali, attraverso uno o più consulti telefonici con una cartomante professionista. Questo oramai non solo è possibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma trattasi di una soluzione praticabile e vincente ai tuoi problemi con un costo contenuto.
Due sono nello specifico le strade percorribili: chiamare un numero a valore aggiunto, un 899, oppure acquistare minuti con la carta di credito (segui il link per saperne di più). In quest’ultimo caso non solo si evitano gli addebiti in bolletta, ma il consulto costa meno ed il credito acquistato si può utilizzare anche per chiamare più volte la cartomante professionista, tutte le volte che ne abbiamo bisogno.

Di norma comodamente online, su un server sicuro e protetto, si può acquistare con la carta utilizzando tutti i circuiti più noti, da Mastercard a quello Visa e passando per American Express, e la Diners Club. Inoltre, spesso si può anche regolare la transazione con la carta di Poste Italiane, la Postepay.

Altrettanto spesso prima di acquistare minuti con carta di credito è possibile chiamare ad un numero di telefonia fissa, anche dall’estero, per poter acquisire maggiori informazioni sui costi e sulle tariffe applicate al servizio. In questo modo prima di acquistare i minuti si possono fare scelte consapevoli toccando con mano i vantaggi.

La professionista, infatti, facendo leva sul suo dono, ovverosia sulle sue arti divinatorie, può finalmente liberarti da ansie, paure e timori guardando ed affrontando la vita come mai sinora avevi fatto.

A differenza del consulto di cartomanzia con l’899, quello con carta di credito non genera lo spiacevole effetto della caduta della linea dopo che sono passati un certo numero di minuti. Inoltre pagando con carta di credito, grazie al fatto che poi si chiama un numero urbano, si può chiamare anche dall’estero, e le transazioni effettuate con moneta elettronica saranno poi regolarmente addebitate sull’estratto conto con il relativo riferimento alla società che offre il servizio.

Il servizio di cartomanzia viene erogato dalle cartomanti professioniste sia nel pieno rispetto della privacy e della riservatezza, sia in piena trasparenza in quando la missione di una cartomante è proprio quella di farti stare bene, con te stesso e con gli altri, e soprattutto indirizzarti verso quelle scelte che possano garantirti una vita piena di serenità e di felicità.

Questo perché nulla è predeterminato, e perché solo noi siamo artefici del nostro destino. Un destino che la cartomante è capace di leggere interpretando i tarocchi ed offrendo una via d’uscita definitiva ad ogni tuo problema.

Comments off

Il problema adolescenziale del come baciare

Da adolescenti i problemi che a prima vista possono sembrare banali, sono invece ben più grandi. Una delle questioni tipiche dei ragazzi adolescenti è il come baciare. Spesso infatti, i ragazzi e le ragazze iniziano ad affrontare questo argomento con leggerezza, ma ben presto scoprono che la non conoscenza di questo argomento può diventare un vero e proprio problema.

Quando si è molto giovani si è anche inesperti e la nostra inesperienza porta a chiuderci in noi stessi, dando luogo a situazioni che spesso anziché risolversi, si accentuano. Una banalità come quella del come si bacia può rappresentare uno scoglio nella crescita della persona, che convive con questo interrogativo. Se sfortunatamente il primo bacio non si verifica nell’età adolescenziale, può accadere che la persona cresca senza sapere come baciare. Se questo comportamento sfocia in età adulta, può effettivamente diventare un vero e proprio problema

La questione non è dunque banale: come si bacia è una delle domande più ricercate su google e questo dimostra quanto l’argomento sia interessante per molte persone.

Come si bacia alla francese

Prima di affrontare un qualsiasi bacio, occorre accertarsi di avere un buon alito e una bocca ben inumidita. Dopo di questo, occorre assicurarsi che anche le labbra siano abbastanza umide, perché altrimenti può accadere che il contatto le irriti.

Per ottenere questa condizione iniziale conviene:

  • Usare il burro di cacao: mettere un po’ di burro di cacao sulle labbra specialmente nei mesi in cui è freddo. Usarlo comunque nel momento in cui sappiamo che potremo dover baciare qualcuno.
  • Passare le lingua sulle labbra: può sembrare banale ma questo gesto migliora sicuramente l’idratazione della pelle delle labbra rendendole più adatte al bacio.
  • Curare l’alito: usare mentine, lavarsi i denti, mantenere una corretta igiene personale è fondamentale.

Dopo aver ottemperato a questi piccoli ma fondamentali passaggi, iniziamo a vedere come come si bacia alla francese.

Il bacio alla francese è il più famoso, probabilmente perché nel cinema vi sono innumerevoli scene con questo tipo di bacio. Come si bacia alla francese pertanto è uno dei quesiti più ricorrenti per chi ha dei dubbi su come baciare una ragazza o un ragazzo.

Innanzitutto va detto che questo bacio è molto passionale e che ciò consente di rendere l’esperienza estremamente coinvolgente. Il bacio alla francese infatti è un’esperienza incredibilmente soddisfacente che coinvolge due persone nei loro olti canali sensoriali.

Avvicinarsi piano piano guardandosi negli occhi e poi chiuderli nel momento in cui si inizia a baciare è uno dei momenti più affascinanti della vita. Quando una persona fa questo vi sentirete incredibilmente appagati dal momento tanto che niente intorno a voi esisterà più.

Specialmente nel caso in cui stiate per dare il vostro primo bacio, l’esperienza che vivrete in quegli istanti rimarrà dentro di voi per tutta la vita. E’ fondamantale pertanto scegliere bene il compagno o la compagna di questa avventura perché quella persona, chiunque sia, non la dimenticherete mai.

Il Bacio alla Francese, oltre a essere così particolare nell’avvicinarsi delle due persone coinvolte, è coinvolgente anche per la sua realizzazione. Una volta che le due persone sono abbastanza vicine da toccarsi le labbra, sovente accade che una delle due faccia la prima mossa ed inizi a muovere la bocca con dei movimenti ripetitivi a cadenza periodica ed a frequenza variabile, Questo provoca una reazione nell’altra persona che asseconda questo movimento in un connubio di sensazioni e di emozioni indescrivibile.

Tutto questo da luogo nella persona al rilascio di sostanze che provocano piacere. Il cervello viene perciò stimolato nelle sue zone più profonde da questa esperienza e il ricordo sarò conservato all’interno della memoria per molto tempo.

Comments off

Investimenti in borsa ed operatività nei mercati

Al giorno d’oggi l’espressione mercati finanziari è quanto mai comune e d’utilizzo quasi quotidiano. È per offrire al lettore una panoramica su quello che ciò significa e su tutti i fattori che influenzano e sono influenzati dai vari mercati che abbiamo deciso di redigere questo articolo.

Il termine mercato, usato in ambito economico-finanziario, indica semplicemente un luogo di incontro dove venditori e compratori possono scambiarsi un determinato bene. Ovviamente il termine arriva dal nostro passato, dove indicava tipicamente una piazza dove veniva venduto il cibo (o ancora più nel dettaglio solo il pesce o la carne) oppure abbigliamento, etc. e dove, ovviamente, tutti i potenziali acquirenti potevano accedere gratuitamente.

Ai tempi come ora quindi, l’obiettivo di un mercato è semplicemente quello di facilitare l’incontro tra la domanda e l’offerta di un determinato bene.

Come deducibile dalla descrizione appena fornita, la prima accezione data al termine “mercato” era di tipo fisica (indicava appunto un luogo). Al giorno d’oggi, questo primo significato è in parte perso. Infatti, la maggior parte dei mercati (qui si intende per dimensioni, quindi volumi, non numericamente) non si trovano più nelle piazze delle città, bensì online.

È stata l’invenzione di strumenti finanziari (semplici come le azioni e le obbligazioni o più complessi come i derivati o i derivati di derivati) che ha portato alla necessità di creare luoghi di scambio per questi beni. Ad esempio in Italia, la Borsa Italiana S.p.A. gestisce tra i tanti l’MTA (Mercato Telematico Azionario) dove le varie tipologie di azioni (Blue Chip, Star e Standard) sono quotate.

Un mercato azionario quindi (ma potrebbe essere il mercato valutario come il Forex od anche un mercato delle commodities come il CME Chicago Mercantile Exchange) è un luogo virtuale dove differenti soggetti si incontrato per effettuare operazioni di compravendita. Questi soggetti possono essere investitori privati, istituzioni pubbliche, speculatori e via discorrendo e la loro percentuale rispetto al totale di operatori varia ovviamente in base al tipo di mercato.

Anche le finalità sono differenti: grandi banche possono comprare o vendere valute nel Forex per incrementare/ridurre le loro riserve in valuta estera, una multinazionale può investire nel Forex come in un mercato dei derivati per fini di copertura di posizioni aperte (cioè investimenti effettuati) in valuta estera, un privato cittadino può investire in qualsiasi mercato solo per fini speculativi…

Esistono poi anche i cosiddetti OTC, cioè mercati Over The Counter, dove quindi non esiste un ente regolatore che supervisiona e garantisce la realizzazione delle transazioni e la chiusura dei mercati (ad esempio l’MTA è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00, mentre il Forex, un mercato OTC, negozia 24 ore su 24).

Per l’investimento in questi mercati esistono numerosissime tecniche che possono variare da mercato a mercato. In generale le più seguite sono l’Analisi Tecnica e l’Analisi Fondamentale. Ma anche investimenti basati sulle notizie (le più importanti delle quali possono avere effetti significativi su numerose variabili economiche) possono risultare particolarmente profittevoli per praticamente tutti i mercati.

È anche per questo che consigliamo di rimanere sempre aggiornati su ciò che ci circonda, sfruttando tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione. Ad esempio, la lettura di siti gratuiti di informazione economico-finanziaria ci permette di rimanere sempre al passo coi tempi rispetto a quelle che sono le novità in ambito di finanza e mercati. Ed è proprio questo costante aggiornamento che potrebbe aiutarci verso la scelta dell’investimento più giusto per incrementare la nostra profittabilità.

Comments off

MUSEO DI SAN MARCO DI FIRENZE

Il Museo di San Marco di Firenze ha sede in un antico convento domenicano e si trova in Piazza San Marco. Il Museo di San Marco è un capolavoro architettonico di Michelozzo e possiede la migliore collezione al mondo delle opere di Beato Angelico, sia su tavola sia ad affresco, artista che visse per un certo periodo proprio in questo convento.

Museo di San Marco di Firenze biglietti salta coda

Il Museo di San Marco, oltre ai capolavori di Beato Angelico, espone opere di altri maestri molto importanti, come Fra’ Bartolomeo, Domenico Ghirlandaio, Giovanni Antonio Sogliani e molti altri ancora. Per poter visitare il celebre Museo di San Marco di Firenze con biglietti salta coda potete contattare Italy Travels al numero 055 2670402. La prenotazione dei biglietti vi consentirà di saltare la coda alla biglietteria e di accedere subito all’interno del museo per non perdere del tempo prezioso. Il Museo di San Marco di Firenze fu, fino al 2014, sede di una comunità domenicana dove i frati abitavano gli ambienti a ovest. Dal 2014 a oggi, i religiosi superstiti vennero riuniti ai frati di Santa Maria Novella. Visitare il Museo di San Marco di Firenze con biglietti salta coda è possibile anche completando il form sul sito Internet www.ticketsflorence.com

Museo di San Marco di Firenze e l’Annunciazione di Beato Angelico

Prenotando i biglietti salta coda con Italy Travels, potrete ammirare il bellissimo Museo di San Marco di Firenze e l’Annunciazione di Beato Angelico, affresco che si trova davanti alle scale. L’affresco dell’Annunciazione di Beato Angelico è un’opera databile tra il 1440 e il 1450 ed è una delle opere più famose del maestro. Beato Angelico utilizzò la preziosa azzurrite e mise anche degli inserti in oro. In questo affresco spicca la monumentalità delle figure, isolate nello schema prospettico, con un fortissimo senso di spiritualità. Per gli amanti dell’arte, visitare il Museo di San Marco di Firenze e l’Annunciazione di Beato Angelico è un obbligo! Volete vivere un’esperienza indimenticabile? Affidatevi a Italy Travels e la tua visita al Museo di San marco di Firenze sarà indimenticabile e carica di emozioni!

 

Comments off

CAPRESE REMIX

Le giornate si stanno allungando e il profumo del vento d’estate si fa sempre più sentire. Ho appena finito di fare il cambio di stagione perché a breve inizierà il periodo degli shorts con magliette a righe e di vestitini bianchi svolazzanti. I colori si fanno più accesi, più brillanti e di conseguenza l’umore migliora, perché sappiamo che la cromoterapia ha i suoi effetti: tutti questi colori belli, vivaci aiutano il nostro corpo stimolandolo e soprattutto la nostra psiche a ritrovare il naturale equilibrio. Voglia di passare le serate mangiando sul terrazzo chiacchierando con gli amici, di bere vino bianco fresco davanti al mare, di sole che schiocca sulla pelle e di infilare i piedi nella sabbia calda. Ma anche voglia di granite e gelati artigianali, di frullati di frutta pieni di vitamine e di creare ricette fresche servite rigorosamente su piatti coloratissimi.

E allora vada per la caprese, che fa subito estate, un evergreen che sicuramente non passerà mai di moda. Si possono creare tante versioni, ma la mia preferita è sicuramente questa qua: la caprese remix! Un antipasto o secondo piatto sfizioso dai sapori tipici della tradizione mediterranea, dagli ingredienti semplici e freschi capaci di conquistare chiunque! Un’idea simpatica per proporre un grande classico della cucina italiana rivisitato. Gli ingredienti rimangono sempre loro: mozzarella, meglio se di bufala, pomodori maturi e basilico fresco di un verde brillante. In questa mia versione, però, gli ingredienti non sono serviti tutti a crudo, infatti il pomodoro, re indiscusso dell’estate, si trova spesso nelle insalate, ma nulla vieta di utilizzarlo anche cotto, creando delle invitanti frittelle o polpette. Caratterizzate dall’ esterno croccante e dalla morbidezza interna, servite tiepide e appoggiate su una fetta di un’ottima mozzarella di bufala. E per terminare in bellezza, per completare questi contrasti di sapori c’è un fresco pesto di basilico che dà una nota profumata rendendo il piatto più corposo.

Ecco gli ingredienti e la ricetta facilissima:

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Resa: 12 pezzi

Ingredienti:

800 g Pomodorini – 1 Cipolla – 100 g Pecorino Romano – 2 Mozzarelle di Bufale – Olio evo – Olio di semi d’Arachide per friggere – 2 Patate – Pangrattato (di mais per la versione senza glutine)

Per il pesto di basilico: – 50 g Basilico – 2 spicchi Aglio – 100 ml Olio evo – 70 g Parmigiano Reggiano – 30 g Pecorino Romano – Sale – 15 g Pinoli

Istruzioni:

  1. Tagliare la cipolla finemente e poi lasciare in ammollo nell’aceto di mele o balsamico per togliere il sapore forte; sbucciare le patate e cuocerle in acqua per circa 30 minuti dopo il bollore; tagliare i pomodori a cubetti e lasciare riposare per circa 20 minuti.
  2. Incorporare ai pomodori la cipolla sciacquata sotto l’acqua, il pecorino grattugiato e le patate schiacciate; lavorare il composto con le mani formando delle palline.
  3. Passare le palline nel pangrattato (di mais se le volete fare senza glutine), schiacciarle leggermente per dare la forma della frittella e lasciare riposare per 20 minuti circa.
  4. Scaldare abbondante olio di semi d’arachide e quando è bollente cuocere le frittelle, asciugarle con carta da cucina assorbente e salarle.
  5. Per il pesto di basilico: pestare l’aglio sbucciato e privato del germe interno, aggiungere le foglie di basilico lavate, il pecorino, i pinoli e il parmigiano grattugiati, frullare il tutto aggiungendo l’olio. Regolare di sale.
  6. Comporre il piatto: alla base una fetta di mozzarella di bufala, sopra la frittella di pomodoro e infine qualche cucchiaio di pesto e qualche foglia fresca di basilico.

 

Comments off